News
  • Caricamento...

Ivan Alexandru potrebbe essere stato colpito per errore

14/01/24 - 16:42

Un’ipotesi inquietante e terribile quella che già poche ore dopo la sparatoria che ha visto morire un ragazzo romeno di 14 anni, Ivan Alexandru, sta prendendo sempre più forma dopo le prime indagini e gli interrogatori da parte dei carabinieri intervenuti nel parcheggio del  bar dove da un’auto sono partiti i tre colpi mortali che hanno ferito il ragazzo all’addome e ad una gamba.

Gli elementi raccolti sinora dai carabinieri porterebbero a tre uomini sospettati per l’omicidio porterebbero a tre i sospettati per l’omicidio di Alexandru Ivan,  molti però sono ancora gli elementi al vaglio degli inquirenti anche se potrebbe trattarsi di un drammatico errore con Ivan che non era il bersaglio prescelto.

Tutto accade nella tarda serata di venerdì con un compleanno da festeggiare e il patrigno della vittima che va a prendere qualcosa in un bar. E proprio all’interno del locale probabilmente accade qualcosa, anche solo uno sguardo tra l’uomo e altri connazionali presenti all’interno del bar. Qualche parola di troppo, spintoni e calci ma sembrerebbe che tutto non finisca lì

I festeggiamenti proseguono fino a tarda notte quando l’uomo arriva una chiamata sul cellulare con un appuntamento fissato vicino all’ingresso della metro C ed è allora che avviene la sparatoria alla presenza del patrigno e di alcuni amici.

Da un’auto partono quattro colpi, tre dei quali fatali per Ivan Alexandru. Il ragazzo morirà prima di arrivare in ospedale

La serata prosegue e sia il patrigno della vittima che il resto dei conoscenti proseguono la serata tra festeggiamenti e abbracci di complicità. Fin quando a tarda notte non viene chiesto all’uomo un chiarimento. Una chiamata sul telefono: l’appuntamento è fissato, ma l’incontro si trasforma in una sparatoria. Il patrigno si reca al luogo designato e porta con sé alcuni amici, tra cui il 14enne. Arriva un auto dalla quale partono quattro colpi, alcuni dei quali colpiscono Alexandru prima al petto poi all’addome.

Sembra tutto scritto. Ma la domanda è perché il patrigno abbia portato con sé anche un ragazzo minorenne e soprattutto come una lite in un bar possa essere degenerata in un omicidio.forse Ivan non era davvero il bersaglio da colpire anche se lo zio racconta che: “Lui era un bravo ragazzo, ma stava sempre in mezzo alla droga e alle sparatorie”.

Leggi anche

Tragedia a Roma: infermiera muore durante il turno. Aveva 51anni

Tragedia a Roma: infermiera muore durante il turno. Aveva 51anni

Antonella Cutini, infermiera di 51 anni, è morta mentre era in servizio all’Istituto Fisioterapico Ospedaliero (Ifo) di Roma, colpita da un infarto improvviso. L’evento ha scosso profondamente colleghi, parenti e il personale sanitario della Capitale, suscitando...

Mercato Roma, l’Al-Ittihad rilancia per Aouar: pronti 18 milioni di euro

Mercato Roma, l’Al-Ittihad rilancia per Aouar: pronti 18 milioni di euro

L’Arabia Saudita è tornata alla carica per il centrocampista Houssem Aouar. L’ex centrocampista del Lione, arrivato un anno fa alla Roma a parametro zero, è un obiettivo dell’Al-Ittihad nella Saudi Pro League. La squadra di Laurent Blanc è pronta a rompere gli indugi...

Investito questa mattina. Muore pedone

Investito questa mattina. Muore pedone

Nelle prime ore di stamattina un uomo è morto dopo essere stato investito da una Fiat 500 mentre si trovava alla fermata del bus. L'incidente si è verificato in viale Guglielmo Marconi alle 6:00. Colpito dall’auto, l’uomo, 66 anni, è stato subito soccorso dal...