News
  • Caricamento...

Bonucci-Roma, ore di riflessione: la proposta e la telefonata con Mourinho

28/12/23 - 13:59

Bocche cucite a Trigoria. E anche se il mercato non è ancora ufficialmente aperto, la Roma da tempo lavora per portare il prima possibile alla corte di Mourinho un difensore centrale. La situazione è ormai nota: Ndicka partirà a breve per la Coppa d’Africa, Smalling manca dalla terza giornata contro il Milan, mentre Kumbulla sta in questi giorni tornando a sperare nella prima convocazione post operazione del legamento crociato. Per questo da gennaio i difensori a disposizione dell’allenatore sarebbero appena due: Mancini e Llorente. Da qui la necessità di intervenire sul mercato con il profilo di Leonardo Bonucci al quale la società sta lavorando. L’esperienza in Germania dell’ex bianconero si è rivelata fallimentare, con l’Union Berlino pronto a svincolare il calciatore con sei mesi d’anticipo. E in questa situazione si sarebbe inserito Tiago Pinto per dare allo Special One il calciatore che serve. Come da prassi è cominciata tutta la trafila che porta alla chiusura delle operazioni, con il colloquio telefonico andato in scena tra Bonucci e Mourinho. Una mossa, solitamente, propedeutica all’accelerazione della trattativa che in questo momento vive però un momento di rallentamento.

La Roma e l’entourage del giocatore trattano sulla formula del contratto: Leonardo chiede un anno e mezzo, i giallorossi offrono sei mesi più l’opzione per un altro anno al raggiungimento della Champions. Una soluzione che avrebbe trovato l’apertura del giocatore, desideroso di tornare in Italia e soprattutto provare a conquistarsi una maglia per l’Europeo del 2024, tra l’altro in quella Germania che tanto lo ha criticato dal suo approdo all’Union. Insomma, la trattativa prosegue ma le ultime sono ore di riflessione per capire se affondare o meno il colpo Bonucci per poi potersi concentrare su altri eventuali innesti, ma che sarebbero possibili solo in caso di precedente cessione.

Il margine di lavoro del general manager romanista, infatti, resta sottilissimo, basti pensare ai colpi Kristensen e Azmoun rimasti fuori dalla lista Uefa per via delle restrizioni del settlement agreement. Per questo la società giallorossa ascolterà eventuali proposte che dovessero arrivare da qui al gong di mercato per calciatori come Spinazzola, Celik, Karsdorp e Belotti. Oggi, comunque, immaginare più di un centrale di difesa come colpo in entrata appare difficile e lo stesso Mourinho aveva espresso un pensiero simile qualche giorno fa, garantendo come tutti – tecnico, dirigenti e proprietà – stiano lavorando nella stessa direzione, ovvero quella di rinforzare la Roma per la seconda metà della stagione.

Foto: Ansa ©

Leggi anche

Regione Lazio: presentato il “Greentech Global Forum 2024”

Regione Lazio: presentato il “Greentech Global Forum 2024”

Presentata ieri a Roma l'edizione 2024 del "Greentech Global Forum", appuntamento annuale promosso dalla Regione Laziocon l'organizzazione di Lazio Innova, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale,SIMEST (Società italiana di supporto...