News
  • Caricamento...

Carcere Civitavecchia: detenuto appicca il fuoco nella sua cella

31/12/23 - 10:19

Si torna a parlare di sicurezza nelle carceri. Questa volta l’episodio riguarda il carcere di Civitavecchia dove un detenuto della quarta sezione ha prima distrutto finestre e plafoniere del corridoio per poi rinchiudersi nella sua cella ed appiccare il fuoco.

L’aria è diventata subito irrespirabile ed è scattata subito, da parte degli agenti penitenziari, di tutti i detenuti della sezione nell’area passeggio. Non ci sono stati feriti o intossicati né tra gli agenti, né tra i detenuti.

Questo nuovo episodio ha portato Mirko Manna della FP CGIL Nazionale a chiedere: “Un’azione immediata da parte del Capo del Dipartimento Giovanni Russo. È evidente la critica carenza di personale, che sta compromettendo non solo la sicurezza ma anche l’efficacia nella gestione della Casa Circondariale di Civitavecchia. Si richiede con urgenza  l’invio di almeno 20 unità di Polizia Penitenziaria, attingendo in anticipo dalla graduatoria della mobilità nazionale”.

L’istanza della FP CGIL rappresenta “un intervento  essenziale per fronteggiare la situazione di emergenza attuale e per garantire un ambiente sicuro sia per il personale che per i detenuti. La situazione – ha concluso Mirko Manna – richiede una soluzione rapida ed efficace per prevenire ulteriori episodi pericolosi e per mantenere l’ordine all’interno della struttura”.

 

Leggi anche

Roma commemora l’80° anniversario del rastrellamento del Quadraro

Roma commemora l’80° anniversario del rastrellamento del Quadraro

Roma Capitale ricorda l'80° anniversario del rastrellamento del Quadraro e lo fa, in aggiunta alle consuete cerimonie commemorative, con l'intitolazione di una strada ai Deportati del Quadraro e con un momento solenne di ricordo e raccoglimento in Aula Giulio Cesare,...