News
  • Caricamento...

Pieni i Pronto Soccorso del Lazio a causa della risalita dei contagi Covid: mille pazienti in attesa

29/12/23 - 12:30

Secondo quanto stimato dal Ministero della Salute, il picco di influenza e nuovi casi Covid, si raggiungerà proprio tra Capodanno e inizio 2024. Lo conferma la situazione nei pronto soccorso degli ospedali del Lazio dove, secondo i dati della Regione, nelle ultime 24 ore sono stati registrati oltre mille accessi, di cui circa la metà sono ancora in attesa di cure da parte del personale sanitario. I tempi di attesa sono prolungati, soprattutto per i casi meno gravi.

La Direzione Sanità della Regione è preoccupata per la situazione e teme che i problemi possano persistere durante le festività di Capodanno e dell’Epifania. La situazione è stata definita una “tempesta perfetta” a causa di diversi fattori che si sono combinati tra loro nella sanità regionale. Tra i principali imputati figurano le cliniche private convenzionate che non hanno messo a disposizione a sufficienza i posti letto necessari per i pazienti.

La recrudescenza dei casi di Covid e influenza, accentuata in questo momento dalle basse temperature, ha contribuito ulteriormente a mettere sotto pressione i pronto soccorso cittadini. La situazione è ulteriormente peggiorata rispetto ai giorni precedenti al Natale, con un aumento significativo dei pazienti in attesa delle cure.

La combinazione di mancanza di posti letto, l’aumento dei casi Covid e di influenza, e la mancanza di personale medico durante le festività ha creato una situazione critica nei pronto soccorso del Lazio e la Regione, come il presidente Rocca, sta cercando soluzioni per affrontare l’emergenza attuale ed evitare situazioni simili in futuro.

 

 

 

 

 

 

Leggi anche

Da Roma Lido a Metromare: il treno per Ostia compie 100 anni

Da Roma Lido a Metromare: il treno per Ostia compie 100 anni

L’assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Regione Lazio Fabrizio Ghera, la vicepresidente e assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Roberta Angelilli, insieme alla presidente di Cotral Amalia Colaceci e l’amministratore unico di Astral Antonio...