News
  • Caricamento...

Il governatore Rocca visita il nuovo Pronto Soccorso del De’ Lellis

18/03/24 - 13:07

Il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca è arrivato questa mattina Rieti per visitare il nuovo pronto soccorso visita il nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale De’ Lellis.

“Stiamo cercando davvero di cambiare il volto della sanità – ha detto durante il suo intervento nell’aula Magna dell’Asl – e quello che porto con me oggi è vedere il grande lavoro fatto sull’umanizzazione nel rapporto con i pazienti e con medici e personale sanitario”.

Poi il governatore Rocca ha ricordato che oggi tornano agli occhi di tutti le immagini di chi ha pagato un prezzo altissimo durante la pandemia e le immagini dei camion e militari che attraversano Bergamo “rimarrà indelebile come il prezzo pagato dai pazienti e dai sanitari”.

Poi un riferimento ai 22 milioni di euro di buco trovati al momento dell’insediamento: “Soldi che sottraiamo alla carne viva della gente e non solo in ambito sanitario“.

In merito alla sanità, ha aggiunto il governatore, “Abbiamo messo in campo tutta una serie di interventi su diversi ospedali come quello di Rieti che era stato lasciato indietro. Trovo imperdonabile che chi c’era prima di noi non sia stato capace di leggere come stesse cambiando la nostra società. Nessuno ha pensato di lavorare sull’assistenza domiciliare soprattutto agli anziani come pure di coinvolgere i medici di base”.

L’impegno da parte della Regione è stato confermato proprio dalle parole del presidente Rocca: “Il lavoro che stiamo facendo è tanto. Il nuovo ospedale di Rieti è stato annunciato senza soldi ma io li troverò. Era previsto un miliardo e 200.000 euro ma ci siamo resi conto che a Rieti, come in altri ospedali della provincia mancavano sia l’antisismico che l’antincendio e quindi 700.000 euro sono stati impiegati proprio per mettere in sicurezza le strutture, i pazienti e il personale sanitario“.

“Si è puntato sempre su Roma ed invece vanno create le condizioni per attrarre bravi protagonisti anche in provincia. Il Dg Maccari deve continuare a lavorare all’Asl di Rieti e anche i professionisti devono lavorare qua e creare una scuola”.

“La strada che stiamo tracciando – ha concluso il presidente Rocca  – è quella giusta con le province laziali che devono avere il loro ruolo in ambito sanitario. Oggi registriamo indici di fuga imbarazzante verso altre regioni non solo degli utenti ma anche dei professionisti. Ho tenuto la delega alla Sanità perché avete la mia parola che lavorerò per i cittadini mettendo  al centro la dignità di ogni essere umano”

Leggi anche

Roma commemora l’80° anniversario del rastrellamento del Quadraro

Roma commemora l’80° anniversario del rastrellamento del Quadraro

Roma Capitale ricorda l'80° anniversario del rastrellamento del Quadraro e lo fa, in aggiunta alle consuete cerimonie commemorative, con l'intitolazione di una strada ai Deportati del Quadraro e con un momento solenne di ricordo e raccoglimento in Aula Giulio Cesare,...