News
  • Caricamento...

Frascati, dietro l’omicidio del 55enne tunisino, potrebbe esserci il racket dei parcheggi abusivi

31/12/23 - 10:34

E’ stato ucciso con una coltellata alla gola dopo una lite avvenuta nel parcheggio, in via San Francesco d’Assisi, a Frascati. La vittima, un tunisino di 55 anni, è morto qualche ora dopo in ospedale a causa delle ferite, tra cui una alla gola, troppo gravi.

A colpirlo a morte un cittadino romeno di 33 anni che è stato fermato dai Carabinieri poco dopo essere fuggito a piedi. Aveva le mani ancora sporche di sangue e si trovava in evidente stato confusionale e particolarmente agitato tanto che anche i carabinieri hanno dovuto lottare per fermarlo.

Oltre al 55enne tunisino a fare le spese della furia del romano anche un  italiano di 38 anni colpito con il coltello all’orecchio durante la lite avvenuta qualche minuto prima nel parcheggio, a lui però è andata meglio visto che è stato medicato dai sanitari del 118 giunti sul posto.

Il 33enne romeno è stato portato in caserma e interrogato, successivamente è scattato il fermo con l’accusa di omicidio. Oggi verrà riascoltato dal pm per la convalida dell’arresto. I Carabinieri stanno indagando ed ascoltando i testimoni per cercare di ricostruire quanto accaduto e soprattutto cosa abbia scatenato l’ira del 33enne. Tra le cause potrebbe esserci una rivalità legata al racket dei parcheggi abusivi. I tre si conoscevano almeno di vista in quanto frequantavano tutti il Centro Caritas che si trova in via San Francesco.

Leggi anche