News
  • Caricamento...

Donati gli organi del bambino morto soffocato. Indaga la procura su ipotesi di reato

29/12/23 - 10:38

Sono stati donati gli organi del bambini morto soffocato dopo aver ingerito alcune parti di un giocattolo. A dare il consenso i genitori. Ieri sera l’equipe del Policlinico Gemelli ha effettuato l’espianto. In una nota l’ospedale universitario ha spiegato che il bambino è arrivato al Gemelli già in morte cerebrale, dopo oltre un’ora di rianimazione cardiopolmonare.

La tragedia due giorni fa a Monterotondo dove, dopo averlo messo nel lettino, i genitori si sono accorti che il piccolo aveva ingoiato una parte di uno dei suoi giocattoli preferiti e aveva problemi di deglutizione e respirazione. Hanno chiamato immediatamente il 118 che ha trasportato d’urgenza il bambino all’ospedale di Monterotondo dove il medico che lo ha visitato si è accorto della presenza di un corpo estraneo nell’esofago. Il piccolo, già in arresto cardiaco, è stato elitrasportato al Gemelli dove il cuore ha smesso di battere nonostante i tentativi da parte di medici.

Su quanto accaduto indagano i Carabinieri di Monterotondo mentre il sostituto procuratore del Tribunale di Tivoli ha aperto un fascicolo d’indagine oltre a disporre accertamenti sulla provenienza e sul tipo di giocattolo ingoiato dal bimbo.

 

 

Leggi anche

Da Roma Lido a Metromare: il treno per Ostia compie 100 anni

Da Roma Lido a Metromare: il treno per Ostia compie 100 anni

L’assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Regione Lazio Fabrizio Ghera, la vicepresidente e assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Roberta Angelilli, insieme alla presidente di Cotral Amalia Colaceci e l’amministratore unico di Astral Antonio...